Buono a sapersi.


Buono a sapersi

UN CONSIGLIO.

Evitate cibi troppo robusti o speziati.
Non servite due salse nello stesso pasto a meno che non abbiano sapore e colore molto diversi. Se il piatto principale è particolarmente sostanzioso, è consigliabile preparare un dolce leggero. Evitate di servire porzioni già pronte. Per tutte le portate vanno utilizzati piatti di servizio. Si porge il vassoio di portata da sinistra, tenendolo leggermente sollevato. I piatti si tolgono da destra (un ospite alla volta), e si sostituiscono da sinistra con piatti nuovi e posate adatte. Le posate sporche si ritirano sul piatto sporco, mentre quelle pulite devono essere portate sino al tavolo su un piatto e poi posate sul tavolo: coltello e cucchiaio da minestra sulla destra e forchetta sulla sinistra. Si comincia dalla signora più importante, e si serve per ultima la padrona di casa. Si prosegue con il signore più importante, e si serve per ultimo il padrone di casa. Tra amici è pratico far passare la pietanza da uno all’altro, senza troppe formalità. IL cibo deve essere suddiviso in piccole porzioni, se possibile, in modo che l’ospite si possa servire facilmente. Si possono servire due volte gli antipasti, i secondi, molti primi, ma mai il consommé, la minestra, il formaggio e la frutta’acqua va servita all’inizio, anche prima che gli ospiti si siedano, riempiendo i bicchieri non oltre la metà. IL vino invece va servito di volta in volta (meglio se direttamente dal padrone di casa) e il bicchiere non va mai riempito oltre la metà.
Se cambiate vino, occorre cambiare bicchiere. IL vino rosso va aperto in anticipo e versato in una caraffa.
Vino e acqua si servono da destra. I vini vanno serviti in quest’ordine: bianchi leggeri, rossi leggeri, rossi pesanti. Il caffè e i liquori si servono di solito non a tavola, ma in salotto. I vini da dessert si servono a tavola. Il pane è più indicato che piccolo formato, per non doverlo tagliare prima di servirlo. Si prende dal cestino con l’apposita pinza appoggiandolo sul piattino da pane (in alto a sinistra rispetto al piatto); in mancanza dei piattini si mette sulla tovaglia. Se alternate antipasti freddi e caldi, questi ultimi vanno serviti per primi. Brodo, zuppe o creme si servono già versati nelle apposite tazze o nel piatto fondo e non si offrono mai una seconda volta. La pasta asciutta si serve su grandi piatti di portata e può essere servita una seconda volta. Il pesce va presentato intero, pulito e diviso solo dopo. Arrosti e brasati vanno offerti già tagliati o divisi in pezzi’insalata deve essere servita in un piatto messo a sinistra del commensale prima della pietanza che accompagna e, quando arriva sul tavolo, deve essere condita’insalata va condita in un recipiente non metallico: l’aceto e il limone, infatti, a contatto con il metallo possono dare al cibo un cattivo sapore. I contorni caldi vanno sistemati a decorazione del secondo. Gli sformati di verdure vanno serviti a parte. Se offrite due secondi (pesce e carne), intervallateli con un sorbetto al limone in coppette. I formaggi (almeno 4 tipi) vanno tolti dal frigo un’ora prima, liberati dagli involucri e disposti sull’apposito piatto o su un tagliere. Prima del dolce, il pane avanzato va tolto e le briciole spazzate via con la speciale spazzola o con una paletta d’argento. Dolci e gelati vanno serviti subito dopo il formaggio e prima della frutta. Le torte vanno presentate intere, poi tagliate a piccole fette. La piccola pasticceria si porge su un vassoio al momento in cui si servono vini da dessert, caffè e liquori.

Una dieta alimentare.
Equilibrata fornisce tutto quello di cui il nostro corpo a bisogna per Poterlo mantenere sano. Secondo la vita che si conduce sedentaria o sportiva, O della struttura fisica che si ha, robusta o non del proprio sesso e della Vita in cui ci si trova, possono essere necessari alla sopravvivenza. Determinati elementi nutritivi, in quantità e qualità molto variabili. Per poter vivere sono importanti carboidrati, proteine, grassi, vitamine, Minerali e acqua; quindi escludendo anche uno solo di questi elementi. Sbaglia dieta, alla lunga, può determinare gravi scompensi. Infatti, una Dieta che tenga conto solo del conteggio totale delle calorie, Indipendentemente dalla loro provenienza, non soddisfa le reali necessità Dell’organismo.

Una curiosita’.
Uno studio, condotto in America dall’Università Dell’ Arizona e dall’Università di Arkansas. Ha dimostrato che le donne in post-menopausa che consumano almeno 18 milligrammi di ferro al giorno hanno livelli di densità ossea più alti.
Il ferro e’ facilmente reperibile in carni rosse e bianche, il pesce e i legumi.

La caffeina.

La caffeina tende a liberare gli acidi gastrici, ciò potrebbe causare indigestione per le persone che ne abusano, meglio evitare il caffè.
L’alcool stimola l’acido gastrico che provoca sensazione di bruciore al petto, cercate di ridurre l’assunzione di alcol.
I cibi fritti e grassi tendono a rallentare la digestione, essi rimangono nello stomaco per un lungo periodo di tempo, la pressione nello stomaco aumenta e provoca il reflusso del contenuto dello stomaco.
Consumare acqua minerale piuttosto che andare avanti con bevande gassate, il gas aumenta la pressione all’interno dello stomaco che favorisce il reflusso.
Ananas, papaia e mela aiutano la digestione.
Molte persone hanno l’abitudine di bere un bicchiere di latte prima di andare a dormire, questo può portare ad eccessive secrezioni di acido nello stomaco, se consumato dopo un abbondante pasto, se ritenete che il vostro stomaco sia pieno cercate di evitare il latte prima di andare all’etto.
La carne è preferibile che avesse poco grassi, per esempio: Pesce fresco e pollo.
È sempre bene conoscere i cibi da evitare.
Fate esercizio fisico regola e aiuta a perdere peso e mantiene più sani.


Osteoporosi.

Sappiamo tutti che il calcio è assolutamente indispensabile per ossa e denti, ma quanti di noi sanno che e’ vitale anche per il cuore, il sistema circolatorio, i tessuti muscolari, il sangue e la pelle.
Noi tutti vediamo la pubblicità in tv dove si dice che dovremmo bere almeno 3 bicchieri di latte al giorno per mantenere efficiente il nostro calcio.
Se il latte sarebbe un alimento naturale, al posto di essere pastorizzato, sarei d’accordo. Tuttavia, la maggior parte di latte che viene consumato da più persone, proviene da animali trattati con le più svariate porcherie .
Quindi come si può ottenere quest’importante sostanza vitale, ciò e’ il calcio.
Il calcio lo si può trovare in cibi crudi, come le carote, la farina di carrube, verdure con foglie verdi come cavoli, senape, prezzemolo, cime di rapa, bietole eccetera, ma anche nei legumi anche se per qualcuno sono un po’ pesanti, come le lenticchie germogliati, fagiolini freschi, anche da “frutta” con guscio, come mandorle, nocciole, noci.
Chi ama e conosce la frutta, sa’ che molta di essa contiene le migliori vitamine come cachi, ribes, fichi, more, solo per citarne qualcuna.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: